Bergamo, 17 febbraio 2012 - Sono arrivate cinquanta richieste da tutta Italia, ma alla fine è stata una coppia di anziani con tanti nipotini a ricevere in affidamento il cagnolino che il suo sconsiderato padrone avevagettato nel lago d’Iseo.

La vicenda è iniziata una decina di giorni fa, quando chi passeggiava lungo le rive del lago in località Bogn di Castro ha notato un’auto rallentare e poi l’automobilista buttare dal finestrino un cane nell’acqua. Dopo un volo di una quindicina di metri il cane, un bastardino di sette anni, era riuscito ad aggrapparsi a uno spuntone di roccia, e lì era rimasto fino a quando i vigili del fuoco, arrivati con un gommone, lo avevano tratto in salvo.

L’animale era stato asciugato e rifocillato e quindi portato al canile sanitario dell’Asl, a Levate. Quando la televisione ha parlato della vicenda il Comune di Castro è stato tempestato di telefonate di richieste di persone di tutta Italia che volevano adottare il cagnolino: in tutto sono state circa una cinquantina.

Per non fare torto a nessuno (in un primo momento si era parlato di una famiglia di Sant’Omobono Terme con un figlio disabile) l’amministrazione comunale ha quindi deciso di assegnare il cane ai richiedenti più vicini dal punto di vista geografico. Si tratta di un’anziana coppia residente ad Abbazia di Albino, che hanno fatto sapere di avere molti nipoti con cui il cane potrà giocare. La consegna dovrebbe avvenire nelle giornate di lunedì o martedì.

la situazione della nostra Italia, fotografata al 9 febbraio 2012

CONGESTIONE PER CONSEGNE DIRETTE PIU' O MENO IN TUTTA ITALIA, MA IN PARTICOLARE PER ALCUNE DEL NORD E IL CENTRO SUD, SOPRATUTTO DINTORNI DI ASCOLI PICENO, ROMA, AQUILA. LE STRADE ED AUTOSTRADE SONO IMPRATICABILI O VANNO A RILENTO E NON PERMETTONO QUINDI IL REGOLARE SVOLGIMENTO DELLE CONSEGNE, PORTANDO DEI NOTEVOLI RITARDI ANCHE DI UNA SETTIMANA. SI SPERA CHE LA NEVICATA DI VENERDI PREANNUNCIATA DAL METEO NON AGGRAVI QUELLO CHE è GIA' ORA UNA SITUAZIONE PESSIMA. FRUTTA E VERDURA, PANE, BENI DI PRIMA NECESSITA', CHE DA GIORNI NON VENGONO RIFORNITI NEI NEGOZI E NEI SUPERMERCATI, animali che muoiono nelle stalle, infreddoliti e senza acqua, AUMENTI DI PREZZI, persino dei BIGLIETTI TRASPORTI PUBBLICI e NON è DI CERTO UN SOSPIRO DI SOLLIEVO, QUASI COME SE, IN CASI COME QUESTI IN CUI CI SI ASPETTA SOLIDARIETA' DA PARTE DI CHI STA' AL POTERE, SI TROVA INVECE UNA MANCANZA DI LOGICITA' E SENSIBILITA' DA CODESTE PERSONE: volte solo ed unicamente a coronare il motto "cavalco l'onda", speculandoci sopra. Di fronte a tutti questi inconvenienti uno si domanda se è la neve a far bloccare l'italia, se è SOLO la neve a mandare in TILT L'ITALIA o ci sono anche e sopratutto persone svogliate o pochi mezzi a disposizione che fanno appesantire i problemi metereologici? Staccandoci un attimo dalla situazione di noi umani, in pensiero dolce è rivolto a tutti gli animali che soffrono dal gelo, vagabondi sulle nostre strade e nei vicoli isolati e pieni zeppi di neve, randagini che muoiono già fin troppi tutto l'anno per mancanza di cibo o per incidenti stradali, ci mancava questo gelo cosi forte, siberiano, ad aumentare i decessi dei tantissimi cani e gatti abbandonati, al loro destino crudele.

Come affrontare il viaggio con fido? ecco tutto l'occorrente per il benessere dell' animale e i consigli per evitare multe. 

**
MUSERUOLA E GUINZAGLIO:

La nuova normativa per i cani prevede che il cane abbia o il guinzaglio o la museruola nei luoghi pubblici, mentre sono obbligatorie entrambe nei locali pubblici e sui mezzi pubblici. 
Però anche se nei luoghi pubblici non sussiste l'obbligo di mettere la museruola se il cane non è mordace, occorre comunque averla dietro con sè insieme al certificato di tatuaggio o di microchip, i vigili potrebbero richiederti entrambe durante un controllo e multarti se non le hai con te. Rientrano in questa legge tutti i cani senza distinzione di lista razze pericolose (questa era la vecchia normativa) quindi tutti compresi ii cani bracocefali (per intenderci quelli con il musetto piatto come i carlini, shitzu, pechinesi etc). Ricorda che devi andare in passeggiata anche con la paletta omologata per la raccolta delle feci.
Il guinzaglio non deve superare 1,50 mt di lunghezza.


SALUTE:

Prima di intraprendere un viaggio, è consigliabile una visita dal veterinario per un check-up completo e per i vaccini che vanno somministrati a seconda del luogo da visitare. Se il vostro cane segue un qualsiasi trattamento rifornirsi delle medicine sufficienti per l’intero viaggio, in quanto potrebbe essere difficile reperirle nel paese da visitare o essere disponibili solo su prescrizione medica.

BAGAGLIO:

E’ molto importante portare un bagaglio per il cane, in cui non manchino:
- Un asciugamano, shampoo, spazzola e vermifugo spray.
- Il collare e guinzaglio e museruola. Quest’ultima, sebbene il cane non sia pericoloso, in certi paesi è obbligatoria
- Cibo. Il migliore è quello secco piuttosto che lattine.
- Una bottiglia di acqua fresca per il viaggio.
- Griglia di separazione o rete, se si viaggia in auto.
- Imbracatura con attacco per cinture di sicurezza.
- Borsa trasportino nel caso di cani di piccola taglia.
- Contenitore per la raccolta dei rifiuti.
- I suoi giocattoli preferiti e una coperta.

TRASPORTI:

Sia in aereo che in treno o in nave, sono le diverse società che stabiliscono se e come l’animale può viaggiare.
L’auto è il mezzo più semplice e comodo per viaggiare con il cane. Quando necessario, l’animale può uscire, camminare, mangiare, bere e fare i suoi bisogni. Se non è abituato alla macchina, si consiglia di fare prima brevi viaggi per abituarlo ad uno più lungo.

Il modo più sicuro di viaggiare sia per l’animale che per gli altri passeggeri è il bagagliaio (solo se comunicante con l’interno dell’auto).
L‘animale è più al sicuro, non deve essere legato, e non distrae o diminuisce la visibilità del conducente. Se invece si fa viaggiare sul sedile si consiglia di portare un asciugamano o una coperta per proteggere la tappezzeria della vettura e dargli qualcosa di familiare.

Durante il tragitto impedire che il cane metta la testa fuori dal finestrino perché può causargli otiti o congiuntiviti.
Fermarsi ogni due o tre ore per fargli sgranchire le gambe, bere e fare i suoi bisogni. Non bisogna mai lasciarlo chiuso nel bagagliaio perchè i cani spesso soffrono di claustrofobia.

Quando ci si ferma ricordarsi di non lasciarlo assolutamente in macchina, anche all’ombra, perchè se la temperatura supera i 30 gradi può subire uno shock termico anche letale.


VACCINI E PASSAPORTO:

Dal 2004, cani e gatti che viaggiano negli stati membri dell’unione europea hanno bisogno di un passaporto europeo per animali domestici che deve essere richiesto almeno un mese prima del viaggio.

I proprietari dell’animali possono ottenere il passaporto presso l’asl, che accerterà la presenza di un microchip inserito sotto pelle dal veterinario. Il passaporto certifica i dati anagrafici del proprietario oltre che tutte le vaccinazioni fatte dall’animale e fra tutte quella antirabbica che è obbligatoria

Il nostro Addio a Marco Simoncelli,

un grande campione sulla pista, ma soprattutto un campione nella vita,

un ragazzo da cui prendere esempio,

buono e genuino, amante degli animali, dei valori, delle cose semplici.

Per sempre nei nostri ricordi,

sentite condolianze ai familiari di Marco.

Grazie per le grandi emozioni che ci hai regalato♥

Lo Staff Annunci-dogsitter e lo Staff Hallodog

 

I suoi padroni hanno traslocato 4 volte

Se si fa trasloco quattro volte in cinque anni, è abbastanza difficile riuscire a farsi trovare dalla posta, figuriamoci da un animale. Ma questo è ciò che un cane ha fatto la scorsa settimana. Secondo Nbc News, Myrna Carilloha perso il suo amato cane Prince più di cinque anni fa in California. Da allora, lei si è sposata, ha avuto due figli e si è trasferita quattro volte. E tuttavia, non si sa come, Prince si è ripresentato alla sua porta.

Foto Afp

Myrna ha riconosciuto immediatamente il suo cane peloso e il cane ovviamente l'ha riconosciuta. Prince ora ha già fatto amicizia coi suoi nuovi padroncini, i figli di Myrna, e si è già messo a suo agio con la famiglia ritrovata.

Questo non è il primo miracolo che riguarda gli animali domestici: l'anno scorso, negli Stati Uniti, un gatto è tornato a casa dopo essersi perso durante l'uragano Katrina cinque anni fa. 

Un cane australiano è tornato a casa dopo nove anni dalla sua scomparsa. Prince è dunque l'ultimo degli emuli di Lassie e, nonostante i suoi padroni si siano trasferiti quattro volte in sua assenza, a casa, non si sa come, ci è tornato davvero.

 

Fonte:tgcom

Pagina 1 di 5

© 2020 annunci-dogsitter.com all rights reserved